Giovedì al Museo – Gli incontri de La Giubba Castrum de atrium di Andrea Campoli

Nuova stagione per i Giovedì al Museo che inaugurano il 6 ottobre alle ore 21.00: ritorna l’atteso contenitore di eventi del Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico che apre l’annualità 2022/23 con Gli incontri de La Giubba e la presentazione dell’ultimo libro di Andrea Campoli, Castrum de atrium. È possibile assistere all’incontro sia in presenza, presso la sede del Museo, in Via Ducale 4 a San Michele, che online, prenotandosi al link: https://bit.ly/ottobre22museo.

Intorno all’anno mille sulle alture di Castelvecchio, luogo in cui era stato edificato dai Romani un fortilizio di guardia caduto in rovina, viene costruita una Basilica a forma di croce latina. È il Vescovo di Lucca a farla edificare e gli abitanti sono incaricati dei lavori, realizzati grazie a un tesoro nascosto nelle viscere della terra e ritrovato. Castrum de atrium presenta uno spaccato della realtà contadina di quel tempo, delle condizioni di vita primarie, delle tecniche di costruzione e dei mestieri dell’epoca. Vari personaggi, tra i quali preti, frati, streghi e lestofanti di ogni tipo, si rincorrono e si nascondono tra le righe di questa storia. Tra questi anche un Tramandator, che di generazione in generazione, oralmente, tramanda la storia della Garfagnana, che due dei protagonisti della vicenda devono imparare a memoria. Un romanzo con basi storiche legato alla montagnola di Castelvecchio, che sovrasta l’abitato di Piazza al Serchio.

Andrea Campoli, è nato a Castelnuovo di Garfagnana nel 1952 e risiede da sempre nel paese di S. Anastasio, Comune di Piazza al Serchio. Ha iniziato come “folatore” per poi passare alla scrittura. Vincitore di importanti premi letterari, ha all’attivo numerose pubblicazioni, tra cui Apuani (2019) e Una magnifica annata (2021). Con Marinella Campoli ha scritto alcuni libri di cucina Antichi sapori apuani. Ricette e segreti (2020) e Polenta e ossi. Il mangiar bene in Garfagnana in 90 ricette (2020).

Info: Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico

Via Ducale 4, San Michele Piazza al Serchio – Lucca

Cell. 351 952 7312 E.mail info@museoimmaginario.net

https://museoimmaginario.net

Il tradizionale canto del Maggio e del Bruscello toscano

Un pomeriggio dedicato ai tradizionali canti toscaniquello di domenica 21 agosto:  a partire dalle ore 16.00 presso il Prato Grande di Varliano, la Compagnia Il Giunco, con il patrocinio del Comune di Sillano Giuncugnano e in collaborazione con il Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico, presenta Il tradizionale canto del Maggio e del Bruscello toscano.

Il maggio drammatico, forma affascinante di teatro popolare cantato in cui si recitano testi narrativi scritti in versi su temi soprattutto cavallereschi, ha avuto, nella valle del Serchio e nelle zone circostanti, un ruolo culturale assai importante. In questa occasione verrà rappresentato, cantato dalle autentiche voci dell’antica tradizione garfagnina, Romolo e Remo di Giuliano Grandini. Il bruscello, forma di teatro popolare durante il quale si mettevano in scena testi composti in ottave, era un modo per festeggiare il risveglio della bella stagione e l’approssimarsi della primavera: il gruppo Bruscellanti del Casentino proporrà il famoso bruscello Pia de’ Tolomei.


Info: Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico

Via Ducale 4, San Michele Piazza al Serchio – Lucca

Cell. 351 952 7312 E.mail info@museoimmaginario.net

https://museoimmaginario.net

Profumi e ricordi della mia Garfagnana – di Luciano Zanelli

Uno spaccato della vita trascorsa in Garfagnana quello che si ritrova tra le righe dell’ultimo libro, appena pubblicato, di Luciano Zanelli, Profumi e ricordi della mia Garfagnana  (Tralerighe Libri), che verrà presentato domenica 14 agosto alle ore 18.00 presso il Villaggio Barilari a Passo Carpinelli, per gli eventi estivi del Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico.

L’idea del libro nasce da un incontro con un gruppetto di quattro o cinque avventori che in un paese dell’alta Garfagnana, intorno a un tavolo, consumavano un bicchiere di buon vino e parlavano animatamente. Una raccolta di brani con molti episodi della sua vita, nella quale hanno fatto da sfondo le vicende storiche del paese della Garfagnana da cui l’autore è partito nel 1957. Brani che riguardano il dicembre, la notte dell’Epifania, l’estate, il metato; oppure persone come la nonnina o il maestro Carlo, e ancora i mestieri antichi o le pagine di storia legate alla seconda guerra mondiale.

Luciano Zanelli, nato nel 1938 a Giuncugnano, a 17 anni si arruolò nell’Arma dei Carabinieri. Dopo aver frequentato il corso annuale alla scuola sottufficiali dei carabinieri di Firenze, nel 1975, con il grado di maresciallo maggiore, assunse il comando del sottonucleo servizi presidenziali, e per undici anni, si dedicò alla scorta di sicurezza di due Capi di Stato: il presidente Giovanni Leone, e poi il suo successore, Sandro Pertini.


Info: Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico

Via Ducale 4, San Michele – Piazza al Serchio – Lucca

Cell. 351 952 7312E. mail info@museoimmaginario.net

https://museoimmaginario.net

I nostri vecchi raccontano… leggende, spauracchi, antiche credenze nello Spazio, nel Tempo e nella Mente

Martedì 9 agosto alle ore 21.00 presso Rocca Soraggio La Confraternita del Volto Santo di Rocca Soraggio – Sillano, in collaborazione con il Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico, presenta I nostri vecchi raccontano… leggende, spauracchi, antiche credenze nello Spazio, nel Tempo e nella Mente.

La serata presenta alcune delle storie contenute nel ricco archivio del Museo e raccolte nel paese di Sillano, che illustrano alcune figure dell’immaginario folklorico: fate, tesori, stregonerie, racconti sul malocchio e dispetti del Piffardello.

Le letture sono intervallate dalle musiche di Joe Natta e le Leggende Lucchesi, trio acustico formato da Joe Natta, Ylis e Fabio Rapatmax, impegnato da anni nella riscoperta di quell’affascinante magia che ha formato le nostre radici, la nostra identità e il nostro passato: il folklore della provincia di Lucca. Ogni concerto è un “viaggio musicale” per (ri)valorizzare la tradizione orale e la memoria storica del nostro territorio, che vanno sempre più scomparendo nell’indifferenza generale.

Per informazioni: 339 5408318

Info: Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico

Via Comunale 2, San Michele – Piazza al Serchio – Lucca

Cell. 351 952 7312 E.mail info@museoimmaginario.net

https://museoimmaginario.net

NARRARE PER IMMAGINI -Crea il tuo libro POP Up sul Buffardello!

Un laboratorio per animare le avventure di una figura del folklore fra le più amate dai bambini, il Buffadello: sono aperte le iscrizioni all’attività NARRARE PER IMMAGINICrea il tuo libro POP Up, evento organizzato nell’ambito del Festival “I Musei del Sorriso”, promosso dal Sistema Museale Territoriale della provincia di Lucca. Il laboratorio, rivolto alle bambine e ai bambini dai 6 ai 12 anni, si svolgerà presso la sede del Museo sabato 23 luglio dalle 10.00 alle 12.00 e sarà condotto da Lucia Morelli, responsabile dei progetti di didattica dell’arte per il Sistema Museale territoriale della Provincia di Lucca.

La creazione del libro POP Up sarà preceduta dalla lettura delle imprese dispettose tipiche del Buffardello, così come venivano narrate dalla tradizione orale del passato: un vento improvviso che sparge le foglie appena spazzate, un folletto che intreccia le code delle bestie nelle stalle o che toglie il respiro comprimendo il petto di chi sta dormendo; ma anche dei consigli per tenerlo alla larga e distrarlo, facendogli, ad esempio, contare i chicchi di grano. Successivamente si darà avvio alla parte pratica, in cui ogni bambino realizzerà il proprio libro POP Up sul Buffardello: indispensabili  un astuccio con forbici a punta rotonda, colla stick e colori.

Per le iscrizioni al laboratorio gratuito telefonare al 351 952 7312.

Lucia Morelli, storica dell’Arte, laureata all’Università di Pisa in Scienze dei Beni culturali, è attualmente assegnista di ricerca presso l’Università di Pisa. Responsabile della comunicazione in ambito culturale, è autrice di articoli per riviste specializzate e curatrice indipendente di mostre ed eventi culturali nonché fondatrice di Venti d’Arte APS, incubatore di eventi e di iniziative culturali. Si occupa di didattica dell’arte nelle scuole, centri culturali, biblioteche, spazi educativi ed è direttrice della collana edAkids La storia dell’arte raccontata ai bambini, Aracne Editore, Roma. Ambasciatrice della cultura per il Progetto Internazionale ‘Reconnecting with your culture’ promosso dal centro di ricerca EdA Esempi di Architettura e UNESCO, collabora con enti, associazioni e Fondazioni su progetti per la valorizzazione del patrimonio e del territorio. Per il Sistema Museale territoriale della Provincia di Lucca è responsabile dei progetti di didattica dell’arte.

Info: Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico

Via Ducale 4, San Michele Piazza al Serchio – Lucca

Cell. 351 952 7312 E.mail info@museoimmaginario.net

https://museoimmaginario.net

1 2 3 15