NUOVO MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE (AGGIORNATO AL 4 MAGGIO 2020)

Sul sito del Ministero dell’Interno è disponibile il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti dal 4 Maggio

link: https://www.interno.gov.it/…/nuovo_modello_autodichiarazion…

Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali (https://www.interno.gov.it/…/precedente_modello_autodichiar…).

L’autocertificazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

EMERGENZA CORONAVIRUS – ORDINANZA REGIONALE N. 31 DEL 10.04.2020 – CHIUSURA ATTIVITA’ COMMERCIALI NEI GIORNI 12 E 13 APRILE 2020

Il Presidente della Giunta Regionale Toscana con Ordinanza n. 31 del 10.04.2020, ha disposto la chiusura per domenica 12 aprile 2020 (Santa Pasqua) e lunedì 13 aprile 2020 (Lunedì dell’Angelo) di tutti gli esercizi commerciali di cui all’articolo 13, comma 1, lett. d), e), f) e g) della legge regionale Toscana 62/2018, ivi compresi i tabaccai, con la sola deroga a favore di rivendite di giornali, farmacie e parafarmacie;
E’ fatta salva, nel rispetto della vigente legislazione emergenziale, la facoltà della sola consegna a domicilio, esclusivamente mediante la prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale, dei generi alimentari e di beni di prima necessità.

 ORDINANZA N. 31 DEL 10.04.2020

PUBBLICATA LA CIRCOLARE RECANTE IL NUOVO MODULO DA UTILIZZARE PER GLI SPOSTAMENTI

Con circolare del 23 marzo 2020, a firma del Capo della Polizia Gabrielli, si è provveduto ad adeguare alle disposizioni del D.P.C.M. 22 marzo 2020 il modulo di autodichiarazione da utilizzare per gli spostamenti

Per scaricare il modulo clicca QUI

Infatti il nuovo decreto abolisce la previsione che assicurava il rientro tout court nel luogo di domicilio, abitazione o residenza, di conseguenza il nuovo modulo prevede che gli spostamenti possano essere effettuati, fino al 3 aprile p.v., soltanto per i seguenti motivi:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • esigenze di assoluta urgenza;
  • motivi di salute.

La circolare prosegue, prendendo spunto da quesiti prospettati da alcune Questure, evidenziando che:

  • rientra negli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, il tragitto (anche pendolare) effettuato dal lavoratore dalla propria residenza …. al luogo di lavoro;
  • rientrano nelle esigenze di assoluta urgenza, anche i casi in cui l’interessato si rechi presso grandi infrastrutture dei trasporti (aeroporti, porti e stazione ferroviari) per trasferire propri congiunti alla propria abitazione.

Infatti il nuovo decreto abolisce la previsione che assicurava il rientro tout court nel luogo di domicilio, abitazione o residenza, di conseguenza il nuovo modulo prevede che gli spostamenti possano essere effettuati, fino al 3 aprile p.v., soltanto per i seguenti motivi:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • esigenze di assoluta urgenza;
  • motivi di salute.

La circolare prosegue, prendendo spunto da quesiti prospettati da alcune Questure, evidenziando che:

  • rientra negli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, il tragitto (anche pendolare) effettuato dal lavoratore dalla propria residenza …. al luogo di lavoro;
  • rientrano nelle esigenze di assoluta urgenza, anche i casi in cui l’interessato si rechi presso grandi infrastrutture dei trasporti (aeroporti, porti e stazione ferroviari) per trasferire propri congiunti alla propria abitazione.
1 2 3 4